Posted in Bellezza

Maschera di Bellezza, Botulino

Fu il dott. A. Scott che, nel 1970, alla ricerca di rimedi e soluzioni per curare lo strabismo, iniziò a trattare i propri pazienti col botulino. È da allora che viene impiegato per la cura di diverse patologie. Solo negli ultimi anni, il botulino è stato autorizzato per trattamenti relativi alle rughe del volto.

Con l’inevitabile trascorrere del tempo, le rughe sono un nemico contro il quale scontrarsi; si formano per le variazioni interne del nostro organismo e per altri svariati fattori ambientali. Inoltre, tra le principali cause, non va trascurato il continuo movimento della muscolatura mimica che permette i quotidiani movimenti e le espressioni, che sollecitano di continuo i muscoli facciali. Le rughe perciò caratterizzano il nostro volto influenzando la valutazione caratteriale e quella anagrafica.

I solchi dell’espressione sono causati dalla continua, ma normale contrazione della muscolatura mimica; ciò comporta una progressiva alterazione ed il conseguente invecchiamento dell’incarnato. Per attenuare tali inestetismi, i trattamenti oggi proposti sono molteplici: lifting, filler, peeling, rivitalizzanti e, solo recentemente, con sempre maggior successo il botulino.

Essa viene prodotto da un batterio, il Clostridium Botulinum. Il suo principale effetto è quello di bloccare il rilascio di acetilcolina, ovvero di quella sostanza rilasciata dai nervi, fondamentale per far contrarre i muscoli del volto. Pertanto, la riduzione di queste contrazioni, riduce le rughe dovute all’espressione.

La maschera:
La maschera al botulino è composta da una parte solida in polvere, che viene mischiata con una parte liquida. Nella soluzione liquida, sono presenti vari principi attivi tra i quali anche un esapeptide simil-botulino. E’un’alga bruna che aumenta la sintesi di elastina, di fibronectina e di collagene; allo stesso tempo controlla e riduce il ruolo della proteinasi. Questo comporta una riduzione della profondità delle rughe e, realizzando un’attività tonificante, previene l’invecchiamento cutaneo. Inoltre, con effetti rilassanti, interviene sulla formazione delle rughe e regola la produzione di catecolamine.

Trattamento:
L’applicazione della maschera avviene sul viso appena deterso. Il medico, è in grado di valutare e suggerire se il trattamento va eseguito con un peeling per assottigliare eventualmente l’epidermide e favorire la penetrazione dei principi attivi.

La maschera resta applicata al viso per quaranta minuti; in questo lasso di tempo, il suo meccanismo occlusivo, permette ai principi attivi di restare a contatto con la pelle, penetrando in profondità. La maschera viene quindi rimossa e sul volto viene applicata una lozione vitaminizzata riossigenante. Per rafforzare la condotta terapeutica, si applica sul viso una crema specifica. La maschera si applica generalmente per ¾ volte, una volta la settimana e in seguito una volta ogni due mesi.

A chi si rivolge:
Questo trattamento è consigliato a tutte le persone che hanno una pelle con evidenti segni di invecchiamento. L’applicazione può essere tranquillamente ripetuta ed il medico può consigliare impianti di filler o ciò che risulta più utile.

I vantaggi:
Rispetto all’iniezione del botulino, i vantaggi che derivano dall’applicazione della maschera sono notevoli. Evitando le iniezioni non si verificano gonfiori e lividi, inoltre il trattamento è decisamente più soft.
I risultati sono ottimali in quanto la maschera agisce anche sulle zone impossibili da trattare con le iniezioni, come palpebre e labbra.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *